Okonomiyaki

Originario della regione del Kansai (quella di Kyoto e Osaka per intenderci), l’okonomiyaki è forse uno dei piatti più caratteristici della cucina giapponese.

Ne esistono di tantissime varianti, dai gamberi a frutti di mare a quelle vegeariane, ma la mia preferita rimane quella con la pancetta. Pronti a fare un buonissima frittella giapponese più buona di quella di Marrabbio?

Ingredienti per 2 okonomiyaki (sotto tutte le dritte per sostituire tutti gli ingredienti)

  • Farina per okonomyaki: 100 grammi
  • Acqua o brodo di pesce: 160 grammi
  • Cavolo giapponese 300 grammi
  • 2 uova
  • Porro 2 rami
  • Tenkasu (o farina per tempura) 30 grammi
  • Bacon 6 strisce
  • Maionese Kewpie
  • Salsa per Okonomyaki
  • Bonito (tonno essiccato a scaglie)

Taglia a listarelle il cavolo, in una scodella mescola farina e acqua finché non si amalgamano a perfezione. Aggiungi il porro, farina per tempura, cavolo e amalgama il tutto.

Metti un po’ di olio su una griglia e fai raggiungere 200°.  Dividi in due parti il composto e mettine una parte sulla griglia, formando un pancake di 30 cm di diametro. Aggiungi il bacon coprendo la parte superiore.

Gira l’okonomyaki dalla parte del bacon dopo 3 minuti e cuoci per altri 4 minuti. Rigiralo e finisci la cottura per 3 minuti. Metti l’okonomyaki in un piatto e spennellalo con salsa okonomyaki, maionese e bonito.

Le dritte: Se non trovi gli ingredienti giusti non c’è nessun problema, l’Okonomyaki viene buonissimo con ingredienti più facili da reperire.

  • Per la farina: mescola insieme 80 grammi di farina 00 con 20 grammi di amido di mais
  • Per la salsa Okonomyaki: sostituiscila con quella BBQ
  • Per la maionese Kewpie: una una maionese light
  • Per il cavolo giapponese: il cavolo verza è un ottimo sostituto
  • Per il bonito: sostituirlo con tonno normale frullato

 

Annunci