Zuppa vegan fredda di frutta con insalata di finocchio

Una ricetta del cuoco giapponese Hirohiko Shoda, fra i più amati volti de Il Gambero Rosso grazie la trasmissione Ciao sono Hiro! e preparata in occasione di un evento speciale durante il quale Microsoft presentava il nuovo Asus Trasformer Book T100 (la ricetta che state leggendo è stata scritta proprio con questo nuovo notebook).

Questa zuppa fredda è perfetta per la stagione estiva e unisce il sapore della cucina medirranea a quello esotico del mango e del passion fruit con l’aggiunta di un tocco orientale dato dai germogli noti per le forti proprietà nutritive e ricchi di vitamine.

Zuppa fredda vegan

Ingredienti per 4 persone

Per la zuppa di frutta e verdura

  • pomodori ramati 500 grammi
  • pomodorini datterini 250 grammi
  • mango maturo 1
  • frutto della passione 2
  • sale
  • zucchero
  • olio extravergine di oliva

Per l’insalata

  • finocchio tagliato a julienne 1/2
  • cuore di sedano tagliato a julienne 40 grammi
  • olio extravergine di oliva
  • sale
  • basilico
  • senape
  • polpa di mango tagliato a cubettini 40 grammi
  • polpa di lampone tagliato a metà 40 grammi

Per la finitura

  • germogli di shiso
  • germogli di crescione
  • nigella in polvere
  • lamponi

Prepara la zuppa frullando insieme tutti gli ingredienti per 10 minuti, filtra con il chinos per elimanare residui e sedimenti. Condisci il finocchio e il sedano con sale, basilico, un cucchiaino di senape e olio extravergine di oliva.

Impiatta versando la zuppa, l’insalata, la frutta e aggiungi i germogli, la nigella e i lamponi.

Ghiacchioli con lavanda e limone

Oltre a segnare l’arrivo dell’estate il caldo afoso segna anche l’arrivo dei ghiaccioli: colorati e facili da preparare possono essere mangiati come spuntino o semplicemente per rinfrescarsi. Io ho scelto di prepararli unendo le proprietà rinfrescanti ed energizzanti del limone a quelle rilassanti della lavanda. Ecco i ghiacchioli con lavanda e limone.Lavanda

 

Il risultato è un ghiacciolo dal gusto deciso nel quale l’acidità del limone è mitigata dalla dolcezza della lavanda e della stevia.

Ingredienti per 4 ghiaccioli

  • 2 limoni bio
  • fiori di lavanda
  • Truvìa
  • acqua

Taglia in spicchi un limone e pestalo con 3 cucchiai di Truvìa, filtra il succo. Prepara l’infuso di lavanda: metti in acqua bollente i fiori di lavanda per 5 minuti e filtra.

Unisci le due preparazioni e prepara i ghiaccioli. Negli stampini inserisci una fettina di limone e alcuni fiori di lavanda, versa la preparazione e lascia ghiacciare in freezer per una notte.

Segui le mie ricette anche su FOUR Magazine.

Cocktail analcolico Do Brasil

La prima volta che ho bevuto questo cocktail ho subito pensato che non sarei più riuscito a farne a meno soprattutto per il buon sapore e la freschezza degli ingredienti. Si tratta di una versione inedita e analcolica della capirinha brasiliana perfetta per l’ondata di caldo di questi giorni e per festeggiare la Coppa del Mondo 2014.

Ingredienti

  • Un lime tagliano in 4 spicchi
  • 20 grammi di Truvia (edulcorante estratto dalle foglie di stevia)
  • Ghiaccio
  • Ginger Ale

Do Brasil

Metti nel bicchiere il lime, i 20 grammi di Truvia e pesta energicamente per amalgamare bene i due ingredienti. Rimpi il bicchiere di ghiaccio e aggiungi il Ginger Ale. Mescola con un cucchiaino a gambo lungo per qualche secondo, bevi e goditi i Mondiali 2014!

Segui le mie ricette anche su FOUR Magazine.

Fake quiche agli asparagi

Mangiare un ortaggio di stagione  e non cucinarlo sempre nello stesso modo può essere un’impresa e se in più ci metti che non vuoi usare né uova né latte o derivati la cosa si complica ancora di più. Signori e signore, ecco a voi la Fake quiche agli asparagi altrimenti nota come Faquiche ovvero la vegan quiche.

Ingredienti

  • 500 grammi di asparagi
  • 250 grammi di tofu
  • 200 grammi di panna vegetale all’avena
  • Un bicchiere di latte di avena
  • Pasta brisée con grassi vegetali
  • 3 cucchiai di amido di mais
  • olio evo, sale, pepe

Pulisci gli asparagi avendo cura di non rovinare le punte. Legali con spago e cuocili, in un pentolino con bordo alto, in acqua bollente per 15 minuti lasciando le punte fuori dall’acqua.

Cuoci alla cieca la pasta brisée in una teglia da 20 cm di diametro (10 minuti in forno con carta forno e ceci per non farla gonfiare). In una ciotola frulla il tofu tagliato a cubetti, la panna, il bicchiere di latte, 2 cucchiai di olio evo e una macinata di pepe fresco. Assaggia e aggiusta di sale. Aggiungi l’amido di mais uno alla volta fino ad ottenere un composto cremoso ma denso. Rovescia metà composto nella pasta brisée, adagia gli asparagi e ricoprili con altro composto. Cuoci in forno a 180°c per 20 minuti,

La dritta: Spennella la quiche a metà cottura con olio e un po’ di latte di avena: il risultato sarà una doratura perfetta.

Quiche

 

Vegan burger di ceci e menta

La menta è il sapore di casa, quello dell’estate e delle cose buone preparate da mamma. In Salento si usa un po’ dovunque: verdure grigliate, crocchette di patate e per rinfrescare le classiche bevande.

Io ho scelto di usare questo ingrediente e farlo diventare protagonista di una cena a 2 [quelle romantiche che mi concedo insieme al mio husbear nelle quali io cucino e lui lava i piatti (ciao amore)].

Ingredienti per 4 Vegan burger

  • 400 grammi di ceci già lessi
  • patata media
  • cipolla rossa media
  • menta
  • 100 grammi di farina 00
  • pan grattato
  • olio evo, sale e pepe

Fai bollire patata e cipolla e unisci i 2 ingredienti ai ceci ben sgocciolati, un cucchiaio di olio evo e abbondante menta (4/5 rametti). Frulla tutto con un mixer e aggiungi la farina setacciata, poco alla volta,  fino a ottenere un composto facilmente lavorabile. Aggiusta con sale e pepe.

Procedi con la preparazione dei burger avendo cura di passarli bene nel pangrattato. Cuoci in padella con un filo d’olio fino a quando entrambi i lati saranno ben dorati. Gustosi e sani, i burger di ceci possono essere accompagnati da un’insalata o da una dadolata di barbabietole condite con olio, aceto bianco e l’immancabile menta.

3

La dritta: Per rendere più gustosi i burger si  possono creare dei deliziosi ripieni: i miei li ho rimpinguati con una dadolata di barbabietola.

due