Sorbetto all’anguria con vodka

L’anguria è per antonomasia il frutto dell’estate: fresco, gustoso e dissetante. Ne mangiamo in gran quantità e ci piace realizzarne sorbetti e ghiaccioli, ma in questo caso l’abbiamo trasformata in un cocktail dissetante, ghiacciato e gustoso come pochi.

Ingredienti

  • Anguria 800 grammi
  • Succo di un limone
  • Zucchero 50 grammi
  • Latte 50 ml
  • Menta

Sorbetto

Taglia a cubetti l’anguria, privala dei semini, frullala e aggiungi il succo di limone. In un pentolino porta fai sciogliere lo zucchero nel latte e aggiungi qualche fogliolina di menta. Una volta freddo, aggiungi il latte e l’anguria e riponi, in una ciotola d’acciaio, in freezer per circa 4 ore.

Trasforma il sorbetto in un cocktail fresco e gustosissimo aggiungendo della vodka ghiacciata, aggiungi qualche fogliolina di menta e bevi!

Annunci

Guest Opera: Vasetti con yogurt e gelo di anguria

Ingredienti per 4 vasetti

  • Fogli di gelatina 2
  • Panna da montare 70 ml
  • Yogurt bianco al naturale 125 ml
  • Zucchero 10 grammi
  • Polpa di anguria 250 grammi
  • Gocce di cioccolato

Metti in ammollo un foglio di gelatina in acqua fredda, strizza e sciogli due cucchiai di panna calda. Aggiungi la restante panna, lo zucchero e sbatti fino a montare. Incorpora lo yogurt. Distribuisci il composto in 4 vasetti e congela in freezer per 30 minuti.

Vasetti di yogurt e anguria

Metti in ammollo l’altro foglio di gelatina e strizza. Taglia la polpa di anguria a dadini eliminado i semi. Frulla con un mixer e passa la purea con un colino. Scalda due cucchiai di purea, la gelatina e aggiungi il resto dell’anguria frullata.

Distribuisci il composto di anguria sopra lo yogurt e lascia riposare in freezer per almeno un’ora. Togli i vasetti dal freezer mezzora prima di servire e posiziona le gocce di cioccolato per guarnire.

Si possono utilizzare anche i semi dell’anguria precedentemente essiccati. Sono ricchi di vitamina E ma vanno gustati privi della buccia.

Pomodori verdi alla Annarita

I pomodori al forno ricordano i pranzi estivi in riva al mare con un sapore delicato ma allo stesso tempo deciso. La ricetta dei pomodori verdi è semplice da realizzare e il risultato sarà un contorno sfizioso e insolito.

Ingredienti

  • 6 pomodori verdi oblunghi
  • uno spicchio d’aglio
  • pan grattato
  • peperoncino
  • olio EVO
  • sale
  • foglie di alloro

Lava i pomodori ed tagliali nel senso della lunghezza. Olia bena una pirofila e disponi un primo strato di pomodor, condisci i pomodori con abbondante olio, pan grattato, pezzettini di aglio, peperoncino, sale e una foglia di alloro.

Pomodori verdi

Ripeti il procedimento fino a quando tutti i pomodori saranno terminati. Per la cottura puoi scegliere se cuocerli in forno a 180° per 30 minuti oppure al microonde. Noi abbiamo preferito la cottura al microone a 700W per 8 minuti. Servire freddi.

Rosti di patate al rosmarino

Un piatto tipico della cucina svizzera, il rosti  o roesti ha una base di patate ed è aramotizzato con erbette, cipolle o con speck stagionato. Ideali come contorno a piatti di carne, o come portata principale se gustato con insalta.

Noi abbiamo provato il rösti di patate con l’aggiunta di una cipolla e del rosmarino appena colto… profumi e sapori indescrivibili.

Rosti di patate
Ingredienti

  • 500 grammi di patate
  • una cipolla
  • 3 rametti di rosmarino
  • 25 grammi di burro vegetale
  • Sale, pepe

Pulisci le patate e grattugiale con la grattugia a fori larghi. Metti a bollire dell’acqua salata e scottale per qualche minuto. In una padella antiaderente fai imbiondiore la cipolla tritata con metà del burro. Quando la cipolla sarà ben cotta, aggiungi le patate, le foglie di rosmarino e con un cucchiaio di legno fai insaporire tutto aggiustando di sale e pepe.
Rösti
Schiaccia le patate sulla padella per formare il rösti (deve avere l’aspetto di una frittatona) e creare una crosticina dorata. Gira dopo 5 minuti avendo cura di lasciar andare il restante burro prima di mettere il rosti.  Servi caldo con del fior di sale e qualche fogliolina di rosmarino.

Ohitashi – Spinaci alla giapponese con salsa banno

Una ricetta molto semplice da realizzare e piena di sapori del Sol Levante. Nella cucina giapponese, per ohitashi si intende un particolare tipo di preparazione “alla giapponese” per il quale si porta a ebollizione la verdura, si ferma la cottura e si immerge in una salsina (dalla soia al dashi). Può essere fatta con qualsiasi tipo di verdura, noi l’abbiamo provata con gli spinaci.

Ohitashi con salsa banno

Ingredienti per 2 persone

  • 200 grammi di spinaci freschi
  • 100 ml di mirin
  • 300 ml di salsa di soia shoyu
  • alga kombu (10 cm)
  • bonito in fiocchi

Prepara la salsa banno: porta a ebolizzione il mirin, e cuoci per qualche minuto per far evaporare l’alcol. Aggiungi la soia e l’alga kombu. Una volta fredda riporla in frigorifero.

Spinaci alla giapponese

Prepara gli spinaci: cuoci gli spinaci in abbondante acqua salata. Una volta cotti sciacuqali in acqua fredda e strizzali.

Servi: Metti gli spinaci in una ciotolina, aggiungi un po’ di salsa banno e spolverizza con del bonito in fiocchi.